OSTRICHE GRATINATE SENZA GLUTINE

Ricetta Happy Farm ostriche gratinate

INTRODUZIONE: OSTRICHE GRATINATE

Ostriche gratinate, le hai mai assaggiate?

Sicuramente hai già avuto modo di conoscere le cozze o le capesante gratinate, ma per il periodo natalizio è giusto stupire con una ricetta tanto semplice quanto buona e soprattutto che sia d’effetto, così da lasciare gli ospiti senza parole.

Pangrattato Classico o a Panatura Mediterranea per un connubio perfetto con fresche erbe aromatiche come timo limonato e aneto, il tutto per dare vita a un gusto ricercato e raffinato, che si sposa fedelmente con la naturale sapidità delle ostriche.

Le ostriche gratinate stamperanno espressioni incredule e sognanti sul volto dei tuoi ospiti: crederanno di essere finiti a cena in un ristorante stellato.

La cena di Natale, che sia tra amici o in famiglia, è sempre il momento perfetto per misurare il grado di competenza delle proprie tecniche culinarie e poi perché, con ingredienti e ricette che non sono all’ordine del giorno.

In poche parole è il momento delle grandi occasioni: la cena natalizia.

Oggi è tempo di sfoderare armi, tecniche e fantasia per metterti alla prova con un piatto raffinato e ricercato come le ostriche gratinate senza glutine.

La ricetta ha tempi di brevi, ti serviranno 15 minuti per la preparazione e 12 minuti per la cottura: sono meno di 30 minuti.

INGREDIENTI: OSTRICHE GRATINATE

Vuoi sapere di che cosa avrai bisogno? Ecco qua la nostra lista degli ingredienti.

1kg di ostriche freschissime (12 ostriche). Acquistale dal tuo pescivendolo di fiducia, ci teniamo a sottolineare ancora una volta che le ostriche devono essere assolutamente FRESCHISSIME!

120g di Pangrattato Classico o Panatura Mediterranea;

Spicchio d’aglio;

Peperoncino fresco;

Ciuffo di aneto;

6 rametti di timo limonato;

Brodo vegetale;

Q.B. olio E.V.O.

Pepe nero macinato;

Q.B. acqua delle ostriche

PREPARAZIONE

Se non dovessi essere particolarmente pratico nella lavorazione della materia prima il nostro consiglio è di acquistare le ostriche con l’apertura facilitata, cioè incise lateralmente lungo la chiusura delle valve. A questo punto, una volta presa la prima ostrica, inserisci la punta dell’apposito coltello lungo la scanalatura tenendola piegata leggermente verso l’alto, fate una leggera pressione, lascia scorrere il coltellino lungo i bordi, con un colpo forte e deciso spalanca e separa le valve e raccogli tutto il liquido in un bicchiere.

Ripeti il procedimento e, una volta terminate, prendi le ostriche e tienile in fresco fino al momento di farcirle.

Filtra più volte il liquido delle ostriche e tienilo da parte, anch’esso al fresco.

Per la fase delle farcitura prendi il Pangrattato Classico o la Panatura Mediterranea, trita finemente al coltello il ciuffo di peperoncino, aggiungete le foglioline di timo limonato, mondate l’aglio, spremetelo nella ciotola e aggiungete, infine, l’aneto tritato finemente al coltello.

L’ultimo step è quello di irrorare il pangrattato condito in precedenza con il liquido fresco delle ostriche, termina con un filo d’olio E.V.O. e pepe nero.

La farcia è pronta e le ostriche possono essere condite. ATTENZIONE: il composto deve essere umido e non bagnato, malleabile e non molle.

Altro accorgimento, non aggiungere sale ai condimenti perché le ostriche sono già sapide. Inoltre, a differenza delle cozze resteranno crude fino alla gratinatura: organizzati bene con i tempi.

Disponi il tutto su una leccarda foderata con carta da forno e condiscile con un filo d’olio in superficie e falle gratinare per 10-12 minuti in forno statico preriscaldato a 200°.

Servile immediatamente appena sfornate.

TANTI AUGURI DI HAPPY NATALE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.